Articoli marcati con tag ‘ravanusa’

Ravanusa Ko a Palma: contro la Gattopardo è disfatta

gattopardo ravanusa 8 10 16 1PALMA DI MONTECHIARO – La Gattopardo trova i primi tre punti in casa contro un Ravanusa che a parte un’occasione d’oro neutralizzata all’inizio della gara dal portiere Cigna, non ha prodotto gioco. I biancorossi finiscono la gara in 9 per l’espulsione (diretta) di Merlo Leggi il resto di questo articolo »

RAVANUSA. La poesia-canto di G. La Marca premiata al Memorial Rosa Balistreri di Licata (di Silvio D’Auria)

LICATA (AG)  SCRITTO DA SILVIO D’AURIA  –   “Beddra Matri di lu Commentu”, di Girolamo La Marca, premiata domenica scorsa al Memorial Rosa Balistreri di Licata, manifestazione organizzata dal  Lions Club giunta alla sua 16° edizione. II canto religioso, il cui testo è nato originariamente per rimanere poesia,  è stato  eseguito da Dario Raia, alla chitarra, da Giuseppe Galifi, al flauto, e da Cristina Patti e Angelica Lentini,  le voci,  che insieme hanno regalato forte emozioni al pubblico.  Poesia-canto promossa da  Fra Graziano come  una sorta  di  dono prima del suo trasferimento da Ravanusa a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.  Un  premio ottenuto davanti alla  platea gremita del Teatro “Re Grillo” di Licata, al termine della gara con cantanti di straordinario talento.

Premiati, durante la  cerimonia del Memorial licatese,  anche Francesco Romano e Mario Rizzo, poeti di Ravanusa, assieme a Salvatore e  Corinne Amico,  padre e figlia,  a cui è andato ex aequo  il primo posto. “Che dire? Un ringraziamento di cuore ai ragazzi  – sono le parole di gratitudine dell’autore Girolamo Marca – per la toccante esecuzione di  ‘Beddra Matri di lu Commentu’. Grazie a  Fra Graziano  per il ricordo che ci lascia e grazie anche al maestro Isa Paraninfo che ha creduto in questo mio testo diventato, a Ravanusa, inno non solo della comunità parrocchiale del Convento ma pure di quella cittadina”.                 (Sil.Dau)

Gli intrecci mafiosi di Girgenti Acque che fanno tremare la politica in provincia di Agrigento. Centinaia già sentiti dalla Procura (Capodicasa e Panepinto compresi)

Procura Pa

  • PALERMO  Scritto da  Silvio D’Auria  

    Un’intera classe dirigente accusata di voto di scambio politico-mafioso: Parlamentari, Sindaci, Consiglieri Comunali e Dirigenti Pubblici (sono tutti agrigentini) da mesi nelle indagini della Procura Distrettuale Antimafia di Palermo. Ma un continuo rimpallo di responsabilità e difese senza esclusioni di colpi hanno fatto da scudo per celare la discutibile (…e allegra) gestione dei servizi idrici e fognari in provincia di Agrigento le cui tariffe sono dieci volte superiori a quelle delle altre regioni d’Italia.

Prese di posizione ricamate dal rifiuto delle accuse su interessi milionari che ruotano da tempo attorno alla società che gestisce servizi per un valore complessivo pari a miliardo di euro operando per anni in assenza di certificato antimafia, senza aggiungere che per il successivo rilascio della necessaria certificazione, il Prefetto di Agrigento è finito sotto la lente d’ingrandimento della Commissione Parlamentare Nazionale Antimafia.  Non solo.  Per le presunte coperture da parte di alcuni vertici di Enti Pubblici, che avrebbero dovuto vigilare sulla regolare gestione dei servizi (da Sciacca a Ravanusa) di tutte le società che erogano acqua e raccolgono rifiuti in provincia, la Procura della Repubblica di Agrigento e quella di Sciacca sono state sottoposte ad ispezioni da parte del Consiglio Superiore della Magistratura.

E come se ciò non bastasse, a  ribadire l’intreccio affaristico, c’è un Ufficiale dei Carabinieri, Lucio Arcidiacono, che in un interrogatorio, assieme ad alcuni pentiti, ha sostenuto che  “Girgenti Acque è un’azienda vicino alla mafia”. Ad oggi la Procura Distrettuale Antimafia di Palermo ha già sentito centinaia di persone, dipendenti di Girgenti Acque e i loro “padrini-sponsor”.   Sottoposti alle domande dei Pubblici Ministeri: Deputati, Senatori, Parlamentari dell’Ars (tra questi il Deputato Nazionale Angelo Capodicasa PD, ex Presidente della Regione Sicilia, e il Deputato Regionale Giovanni Panepinto PD, attuale Sindaco di Bivona) oltre ai vertici dell’Agenzia delle Entrate e dell’INPS della provincia agrigentina che nell’organico  di  Girgenti  Acque avrebbero ottenuto la “sistemazione” di alcuni parenti. Grazie alle intercettazioni ambientali e telefoniche, uno dei Dirigenti è stato già arrestato per un presunto scambio di favori con Marco Campione (leggasi “dominus” di Girgenti Acque, arrestato pure lui).

Ma le accuse vanno assumendo di giorno in giorno una fisionomia sempre più dettagliata: stretti parenti ma anche figli di parenti e amici di Parlamentari, nonché di Amministratori locali agrigentini e di Dipendenti Pubblici, secondo la Procura Distrettuale Antimafia di Palermo sono stati assunti da Girgenti Acque grazie a precise indicazioni di nomi e cognomi in cambio di notevoli contropartite garantite alla società (benefici, esenzioni fiscali e/o contributive, provvedimenti su misura, omissioni nell’attività di verifica  tributaria e di vigilanza/controllo), parallelamente a promesse di sostegno elettorale seguendo una precisa logica all’interno di una ormai consolidata rete di favori reciproci oggetto dell’indagine che sta impegnando da mesi la Procura.

Secondo ultime notizie filtrate dagli uffici giudiziari di Palermo, i Magistrati del capoluogo siciliano sono ormai in attesa di definire le indagini preliminari e formulare le richieste di rinvio a giudizio per voto di scambio. Se i riscontri probatori dovessero confermare le accuse, un vero e proprio terremoto giudiziario travolgerà parte della classe dirigente (tra Parlamentari, Amministratori locali e Dipendenti Pubblici) in tutta la provincia di Agrigento.   

– (Sil.DAu)

Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Inaugurata la fontana di piazza Zagarrio con i ragazzi del grest “Ravanusa Ricicla”

RAVANUSA – Migliorare l’arredo urbano è uno dei principali obiettivi dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmelo D’Angelo. E così, dopo aver sistemato il parco giochi, adesso nella villa Leggi il resto di questo articolo »

Il Popolo della Famiglia incontra i cittadini di Ravanusa

RAVANUSA – Si terrà domani sera alle 20 all’Antico Cotto di Totò Lo Porto, al corso della Repubblica un incontro religioso sul tema: “Il Popolo della Famiglia sta diventando portatore di valori che non Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Possesso di droga: in carcere Federico Burgio

RAVANUSA- I carabinieri della locale stazione, nel corso di un servizio volto a contrastare il fenomeno del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti hanno arrestato Federico Burgio, 25 anni, Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Frecce contro l’illegalità

RAVANUSA – La scuola diventa esercizio di cittadinanza attiva. “Vogliamo essere frecce contro l’illegalità che vanno contro qualsiasi comportamento illegale”, cosi gridano gli alunni delle classi quinte Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Lo stadio “Saraceno” si rifà il look. Manto erboso e sistemazione degli spazi

RAVANUSA – Il Comitato regionale della Sicilia del Coni, con una lettera indirizzata al sindaco Carmelo D’Angelo sottoscritta dal presidente Sergio D’Antoni, ha  accolto la richiesta del Comune Leggi il resto di questo articolo »

Il Giovaninfesta 2017 si farà a Ravanusa

RAVANUSA – L’annuncio è stato dato in occasione della festa dei giovani e delle famiglie che si è svolta il primo maggio a Caltabellotta, direttamente dall’arcivescovo di Agrigento, il cardinale Franco Leggi il resto di questo articolo »

RAVANUSA Che figuraccia! Sindaco snobba tifosi e squadra, negata festa-salvezza

RAVANUSA /  SPORT   –   Che   figuraccia!  Sindaco   snobba  tifosi e squadra, negata  la festa-salvezza.  La  Società:   “Stendiamo un velo  pietoso”

  • (scritto da:  Silvio  D’Auria –  foto:  Girolamo  La Marca)

Tribuna vietata Ravanusa (1)– Ieri pomeriggio al “Saraceno” incontro a porte chiuse terminato con una netta vittoria contro il Comiso e nessuna “festa-salvezza” per tifosi e Società (Asd Ravanusa Calcio). Vietato l’accesso in tribuna per i lavori del nuovo Campo da Tennis iniziati giovedì scorso con l’abbattimento di una parte del muro perimetrale dell’impianto sportivo di via Olimpica. Eppure sarebbe bastato poco per non escludere la presenza del pubblico: imporre la “messa in sicurezza” del cantiere e rendere inaccessibile, anche agli eventuali sprovveduti, l’area interessata ai lavori o, meglio ancora, posticipare di pochi giorni l’inizio degli interventi di ampliamento per consentire agli spettatori il regolare accesso alla tribuna centrale per l’ultima di Campionato di Promozione dove la squadra continuerà a militare anche nel prossimo anno. Direte: atti di “ordinarissima” amministrazione. Eh… già!  Tranquilli, per il Sindaco pensare a soluzioni simili è l’ultima delle difficoltà. All’origine dell’inaspettata decisione c’è sicuramente dell’altro.

L’aggravante non è la circostanza che ruota attorno al divieto d’accesso per l’ultima di Campionato in quanto gara di chiusura come fosse una della tante, incontro terminato poi 4 a 2 contro i ragusani, bensì l’avere imposto l’assenza di pubblico spegnendo l’entusiasmo di Società e tifosi  che di fatto ha impedito l’annunciata “festa-salvezza” di ringraziamento dei sostenitori ai giovani atleti biancorossi tra applausi, cori e bandiere dall’alto dei gradoni sugli spalti del “Saraceno” essendosi la squadra garantita anzitempo punti-salvezza sufficienti suggellando ufficialmente, contro gli ospiti  di ieri, la permanenza in Promozione. L’ Asd Ravanusa Calcio, infatti, aveva anticipato e diffuso inviti a tutta la Città, per l’occasione l’aspettativa sarebbe stata uno “Stadio coloratissimo e gremito di tifosi di fede biancorossa”. Insomma, una vera e propria festa… mancata.

Il  risultato fuori dal campo? Una pessima figuraccia con tifoseria e Città dove nessuno è così ingenuo da credere alla casualità dell’Ordinanza che ha sospeso la fruizione della tribuna, per scongiurare situazioni di pericolo per la pubblica incolumità, a poche ore (!!) dalla gara tuttavia prevista nel calendario di Promozione della Lega Nazionale Dilettanti Ed ecco, appunto, servita la decisione che ha gelato l’atteso festeggiamento:  “Ordinanza (del Sindaco) di interdizione immediata di accesso all’area della tribuna” lungo via Olimpica deliberata e notificata venerdì, per mezzo del Comando di P. M., a Custodi, Forze dell’Ordine, Prefetto, Lega e Società, ovvero 24 ore prima dell’incontro (… con l’aggravante di cui sopra!)

Sono così inaspriti i rapporti tra Amministrazione e Società da non tenere conto dell’ultimo impegno di ritorno contro i ragusani e soprattutto da snobbare (negando!) un pomeriggio di festa per l’atteso ringraziamento alla squadra di tutti i sostenitori? L’ultimo atto sembra essere rappresentato dall’acceso battibecco tra l’Allenatore, Angelo Loggia, e il padre del primo cittadino in ordine ai tempi d’inizio per l’ esecuzione dei lavori e quindi dalla quasi immediata notifica dell’Ordinanza del figlio,  a capo della Giunta, che di fato ha impedito i festeggiamenti. A fine gara, terminata dopo una brillante prestazione dei padroni di casa, la Società risentita pubblica un comunicato dove testualmente si legge: “E’ un vero peccato non aver potuto festeggiare assieme alla Città, un finale di Campionato giocato ad altissimi livelli. Sarebbe stata la festa dei ragazzini (Scuola Calcio Asd Ravanusa) che inseguono i propri idoli, delle famiglie che ogni domenica si stringono attorno alla squadra, dei tanti giovani che hanno seguito le battaglie di ogni incontro al Saraceno e in trasferta, degli ultras che hanno gridato a squarcia gola dall’inizio alla fine delle gare. Una festa negata da un capriccio sul quale non resta che stendere un velo pietoso”.

Oggi “Stemma” cittadino e dicitura “Comune di Ravanusa”, impressi nelle maglie dei giocatori lungo tutto il Campionato, più che testimoniare il patrocinio dell’Ente, come slogan del binomio che legherebbe (?) Istituzioni politiche e Sport, sembrano rappresentare invero l’emblema di una vera e propria beffa che si sarebbe potuta senz’altro evitare…

(Sil.Dau)

L’Mpa si scioglie, nasce Uniti per Ravanusa

RAVANUSA – Nasce il movimento politico “Uniti per Ravanusa” che vede come protagonisti il vice sindaco Gaetano Carmina e i consiglieri comunali Daniela Giordano, Marisabel Sciandrone e Calogero Di Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa super batte Palma e spinge il club rosanero verso la retrocessione

RAVANUSA – I padroni di casa non fanno sconti ai palmesi che solo per la matematica non possono dire di essere già retrocessi in Prima Leggi il resto di questo articolo »

Leandro Cimino “sveglia” il Saraceno: rete al 45′ e tre punti d’oro per il Ravanusa

RAVANUSA – Al 90’ lo stadio Saraceno “esplode”. Ad innescare la “miccia” la rete di Leandro Cimino che ha fatto conquistare al Leggi il resto di questo articolo »

Giusy Savarino (#DiventeràBellissima): Il ponte? Dove sono i soldi? In Sicilia poche certezze, blocco Gare di Appalto e nessuna misura per Lavoro e Sviluppo. Garanzia Giovani? L’ennesimo inganno…

(Sil.Dau)  –  L’ex Deputato Regionale dell’Udc, Giusy Savarino (nella foto), già Presidente del Movimento “Amunìsicilia” e oggi portavoce di “#DiventeràBellissima”:                                                              “Il ponte si farà, ma dove sono i soldi?  In Sicilia poche certezze rimaste, ovvero:  blocco gare di appalto, crollo investimenti, carenza di iniziative per la crescita e nessuna misura per il lavoro e sviluppo” E anche su “Garanzia Giovani”  non le manda a dire:                                 “E’ l’ennesimo inganno mentre si continua a rubare il futuro ai nostri figli.  Grazie Renzi,   grazie Crocetta!”

CatturaGiusy savarino

  • PALERMO  (di ccusati di “chiacchiere”. La portavoce di “#DiventeràBellissima”, che non risparmia il Premier a proposito del Ponte sullo Stretto,  è critica sui dati forniti dalla Banca d’Italia,  per lo “stato” delle gare di appalto e il crollo degli investimenti nell’isola. E per le iniziative su   crescita,    sbocco   per  il   lavoro  e  lo  sviluppo…       mancati.

“Il ponte si farà,  forse. Magari dopo, ma dopo cosa?”  E’ l’incipit della nota critica diretta ai Presidenti del Consiglio e della Regione Sicilia.                                                                                                                            ‘Il ponte sullo stretto si farà!’  ha dichiarato Renzi in queste settimane.  Si però magari dopo aver fatto strade e treni ad alta velocità in Sicilia.  E noi, umilmente,  gli diciamo ‘va bene!’  Ma dove sono i soldi?  Il (suo) Ministro Delrio, alcuni giorni fa,  risponde quasi a smentirlo:  ‘Il ponte non è una priorità,  bisognerà discutere con le Comunità e gli Enti Locali per capire quali siano le loro priorità’.  Appunto,  a questo siamo quando si tratta di Sicilia:  alle chiacchiere,  solo chiacchiere!  

Tra le poche certezze, invece rimaste, – prosegue Giusy Savarino puntando il dito contro il Governatore della Sicilia  –  il blocco delle gare di appalto in corso da parte di Crocetta per paventato rischio di infiltrazioni mafiose essendo trapelata un’inchiesta dalla quale emergerebbe un elenco di Deputati (all’Ars, ndr) da contattare per conto del superlatitante Matteo Messina Denaro al  fine di approvare una Legge (… gradita) sugli appalti.

Dunque grazie Crocetta e  grazie  Renzi perché,  mentre voi chiacchierate, la Sicilia ha avuto un crollo degli investimenti  (dati: Banca d’Italia)  e assoluta carenza di iniziative per la crescita.  Siamo il fanalino di coda dell’intera Nazione,   risaliamo la classifica e  passiamo in testa per tasso di disoccupazione giovanile (43%)  intanto che il divario Nord/Sud, secondo Visco,  raggiunge  il valore  più  elevato degli  ultimi  10 anni.

Grazie Crocetta  per una “Finanziaria”  che non  prevede  nessuno sbocco per il lavoro e per lo sviluppo limitandosi a rinviare le soluzioni dei problemi che  attanagliano la nostra  terra.  Grazie Crocetta  che continua a rubare il futuro ai nostri figli con l’ennesimo inganno su “Garanzia Giovani”. Grazie  – conclude  la portavoce  di “#DiventeràBellissima” – della sua posa desnuda,  da Crocetta stesso  annoverata tra le iniziative positive in tema di incremento turistico, e ancora grazie, da tifosa juventina,  per avere trasformato anche questa passione in una questione di classe sociale. Grazie!”

  • (Sil.Dau)

RAVANUSA. Daniela Giordano: “Le mie iniziative per dare impulso positivo ma il giudizio lo rimetto agli altri, continuerò per il bene della Città. In bocca a lupo a Giuliana”

Comunicato    dell’Assessore    uscente    Daniela Giordano 

CatturaDANIELA GIORDANO

RAVANUSA  (Sil.Dau)  –  “Si conclude la mia esperienza di Assessore Comunale, la cui delega mi era stata affidata dal Sindaco, Carmelo D’Angelo,  dopo le ultime consultazioni elettorali. Leggi il resto di questo articolo »

Le scuola di Ravanusa si rifanno il look

RAVANUSA – Scuole, impianti sportivi, organizzazione interna del personale. Sono queste le direttrici sulle quali sta lavorando l’amministrazione comunale di Ravanusa, guidata dal sindaco Leggi il resto di questo articolo »

Carmelo Giarrana: “Ma il sindaco D’Angelo ha una maggioranza in Consiglio?”

RAVANUSA – Si è parlato tanto della mancata approvazione del piano triennale delle opere pubbliche da parte del Consiglio comunale di Ravanusa. Ci sono state polemiche tra il sindaco Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Miceli (M5S) interroga il sindaco sulla sicurezza cittadina

RAVANUSA – Il capogruppo del movimento 5 Stelle, in Consiglio comunale, Lorenzo Miceli, ha presentato interrogazione con risposta scritta al sindaco Carmelo D’Angelo, in merito ai recenti episodi di Leggi il resto di questo articolo »

Il ricordo di Lillo Gattuso rivive nella sala consiliare del Comune di Ravanusa

RAVANUSA – Momenti di grande commozione, in municipio a Ravanusa, in occasione della cerimonia di intitolazione dell’aula consiliare all’ex consigliere Lillo Gattuso, scomparso il 28 gennaio 2015 a causa di una grave malattia. Alla presenza della moglie, Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Riapre il municipio e la sala consiliare viene intitolata a Lillo Gattuso

RAVANUSA – In occasione della riapertura del Palazzo di città di via Roma, interessato da lavori di ristrutturazione, martedì 29 dicembre a mezzogiorno si terrà la cerimonia di intitolazione della sala consiliare Leggi il resto di questo articolo »

Omicidio Paolo Vivacqua: ergastolo agli assassini e 23 anni ai mandanti

RAVANUSA – Sei ore di camera di consiglio dopo 14 mesi di dibattimento e 4 minuti bastano al presidente della Corte d’Assise di Monza Giuseppe Airò per pronunciare la sentenza sull’uccisione di Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, L’ex assessore Pitrola nominato “esperto” del sindaco

RAVANUSA – Carmelo Pitrola, avvocato ed ex assessore comunale, è stato nominato esperto dal sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo. Pitrola si occuperà di Politiche sociali, sport e di questioni giuridiche Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Il coro San Giacomo presenta il suo cd “Ultreja”

RAVANUSA – Il Coro Polifonico San Giacomo di Ravanusa, nella solennità della festa di Cristo Re, oggi 22 novembre, alle 19.30, presenterà presso la Chiesa Madre il primo album intitolato “Ultreja”. Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Hacker informatico “colpisce” il server del Comune e cripta i file

RAVANUSA – L’hacker informatico ha colpito: sabotato il server del centro elaborazione dati del Comune di Ravanusa. Migliaia di file e documenti relativi alla gestione della pubblica amministrazione Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Controlli sull’acqua: in attesa dell’esito sospesa l’erogazione

RAVANUSA – A causa dei problemi riscontrati nel Comune di Campobello di Licata, il gestore idrico, in via precauzionale, ha sospeso la fornitura di acqua nei Comuni di Agrigento, Canicatti e Leggi il resto di questo articolo »

Ravanusa, Inaugurato l’anno sociale dell’Athena club

RAVANUSA – Presso la sede dell’Athena Club, per il terzo anno consecutivo, è stata festeggiata l’apertura dell’anno sociale con un sontuoso “ Galà d’Autunno”. Dopo i saluti della presidente Luigia Leggi il resto di questo articolo »

Articoli recenti