Viola gli obblighi finisce ai domiciliari

Racalmuto ore 11:45  Viola l’obbligo di dimora e finisce agli arresti domiciliari. Protagonista della vicenda è Vincenzo Presti, 22 anni, disoccupato, di Racalmuto. Il giovane non potrà allontanarsi dalla propria abitazione, che si trova nel piccolo centro in provincia di Agrigento, perché non ha rispettato la misura cautelare che gli era stata imposta in precedenza quale imputato per il reato di detenzione ai fini di spaccio in concorso e continuato.L’Autorità giudiziaria, infatti, ha sostituito i domiciliari all’obbligo di non spostarsi dalla sua città. Venerdì pomeriggio invece i militari della stazione dei carabinieri di Racalmuto hanno tratto in arresto il disoccupato, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa, il 12 ottobre scorso, dalla Corte di Appello di Palermo.
Sono stati i carabinieri a segnalare all’Autorità giudiziaria che il racalmutese aveva violato il provvedimento restrittivo. Considerata l’inosservanza delle prescrizioni che gli erano state imposte, l’Autorità giudiziaria ha sostituito l’obbligo di dimora con il regime degli arresti domiciliari. Vincenzo Presti non potrà allontanarsi dalla propria abitazione. Il giovane era stato pizzicato alcuni giorni fa durante un controllo al di fuori del territorio comunale di Racalmuto, contravvenendo così agli obblighi che la magistratura gli aveva imposto.

I Commenti sono chiusi

Articoli recenti